Sistemi non distruttivi per il controllo della saldatura

Sistemi non distruttivi per il controllo della saldatura

 

La saldatura delle geomembrane viene utilizzata anche in contesti particolarmente sensibili per l’ambiente e la salute dell’uomo, come quello delle discariche dove svolgono un ruolo fondamentale nell’impermeabilizzare il fondo dal percolato e impedire l’infiltrazione dell’acqua negli strati inferiori.

Ecco perché è importantissimo che il lavoro di saldatura dei teli venga svolto a regola d’arte, in maniera corretta e sicura.

Per verificare la qualità della saldatura nelle geomembrane esistono due metodi non distruttivi particolarmente efficaci e validi: L’Airtest e Lo scintillografo WEG 100

Airtest : prevede un saldatura della geomembrana a doppia pista; quando si salda a doppia pista si crea una camera d’aria, sigillando entrambe le estremità e inserendo l’ago con manometro in una estremità e collegandolo al serbatoio d’aria si inserisce l’aria dando così pressione. Se la pressione si mantiene significa che non ci sono perdite.

Scintillografo WEG 100 : viene invece utilizzato quando la saldatura della geomembrana viene effettuata con un estrusore; viene inserito nella saldatura un filo di rame e, una vota terminata, si passa sopra con lo scintillogafo in modo da verificare se si crei una scarica con il filo di rame. In caso affermativo la saldatura ha una falla e va rifatta.

Lo scintillografo WEG 100 può essere utilizzato anche nel controllo di vasche e cisterne.

 

 

Scintillografo WEG 100

Airtest

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.

Linkedin
+39.0445.19.22.111
Facebook
Contattaci